Scarica questa pagina in pdf

MAURIZIO GIAMMARCO (Pavia, 1952)

Figura centrale del Jazz in Italia fin dai primi anni '70, Maurizio Giammarco si è imposto come virtuoso del sassofono, eclettico compositore e leader di gruppi storici della scena nazionale (come Lingomania, unanimemente considerato il gruppo più rappresentativo degli anni '80, vincitore di diversi referendum indetti dalle riviste specializzate) fino al recente incarico di direttore della Parco Della Musica Jazz Orchestra (PMJO), big band residente presso l'Auditorium di Roma, per la quale Giammarco ha prodotto una notevole quantità di arrangiamenti, composizioni e progetti orchestrali. Dal 2005 al 2010 la PMJO ha tenuto oltre cento concerti in sede, fuori sede e in veste istituzionale anche all'estero (Argentina, Messico, Spagna, Germania) proponendo produzioni originali, repertori storici, e collaborando col meglio della scena internazionale e nazionale: Bill Holman, Bob Brookmeyer, Martial Solal, Kenny Wheeler, Uri Caine, Maria Schneider, Karl Berger, Mike Gibbs, Frank Tiberi, George Lewis, Michael Portal, Riccardo Del Fra, Franco e Dino Piana, Marcello Rosa, Bruno Tommaso, Paolo Damiani, Marco Tiso, Horacio "El Negro" Hernandez, Mike Stern, David Fiuczynski, Nuen Lee, Antonio Iasevoli, Javier Girotto, Dee Dee Bridgewater, Irene Grandi, Rosalia De Sousa, Maria Pia De Vito, Alan Farrington, Maurizio Rota.
Partendo da una profonda e appassionata conoscenza del jazz storico, Giammarco, animato da un continuo spirito di ricerca e crescita, ha sempre spaziato anche in altri ambiti musicali, giungendo a una propria personale sintesi espressiva sia sul piano solistico che compositivo. Prova della molteplicità dei suoi interessi è anche il suo recente inserimento nel Parco della Musica Contemporanea Ensemble per un importante concerto sul repertorio "colto" di Frank Zappa, forte di alcune premiére mondiali.
Fra le molte altre formazioni da lui dirette vanno ricordate l'Heart Quartet ('93-'97), il nonetto Air Force 9, il quartetto con Phil Markowitz, il gruppo Megatones (1999-2005) e gli attuali Tricycles> (con Deidda e Arnold), Jazz4 (con Mannutza, Puglisi, Di Leonardo) e Rendez-Vous Quartet (con R.Del Fra).
Il suo curriculum vanta collaborazioni con jazzisti di fama internazionale (fra i più frequentati: Chet Baker, Lester Bowie, Dave Liebman, Phil Markowitz, Miroslav Vitous, Alex Sipiagin) e con praticamente tutti i più importanti musicisti italiani. Ha suonato e registrato con Jon Faddis, Conte Candoli, Franco Ambrosetti, Enrico Rava, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Tom Harrell, Aldo Romano, Manhu Roche, Marvin Smith, Ron Vincent, Peter Erskine, Billy Cobham, Daniel Humair, Joe La Barbera, Danny Gottlieb, Sangoma Everett, Kim Plainfield, Adam Nussbaum, Bill Stewart, Gene Jackson, Marc Dresser, Harvie Swartz, Marc Johnson, Dean Johnson, Peter Washington, Lincoln Goines, Jay Anderson, Paolino Dalla Porta, Miroslav Vitous, George Gruntz, Mike Melillo, Art Lande, Joe Diorio, Phil Woods, Toots Thielemans, Joe Bowie e altri ancora.
Attivo anche nel campo della didattica, della produzione discografica e concertistica, Giammarco si è distinto come freelancer in dischi e tournee di musica pop. Ha composto musica per cinema, teatro, danza, cd roms, orchestra sinfonica e orchestra d'archi. E' autore di una monografia su Sonny Rollins (1996), ha diretto il festival Jazz Podium a Termoli (2000-2006) e il suo nome è inserito nella prestigiosa Biographical Encyclopedia Of Jazz di Leonard Feather. Ha registrato una ventina di titoli a suo nome e partecipato a numerosissime incisioni come sideman (vedi discografia).

DISCOGRAFIA SELEZIONATA

Come LEADER:
Eclectricity (Tricycles - Wide Sound, 2011),
Live alla Casa Del Jazz (M.G.4et con B.Stewart – L’Espresso, marzo 2007),
Live At The Big Mama (Giammarco, Liebman, Di Castri, Humair - Soul Note, 2002),
"7"+8 (con Phil Markowitz - Night Bird, 2001),
In Our Hands (Heart Quartet - Blue Note International, 1995) ,
Inside (Heart Quartet - Soul Note 1993), Saurian Lexicon (Gala, 1991),
Hornithology (con P. Erskine, M. Johnson, D. Rea – Gala, 1988)

Con La P.M.J.O.:
Open on Sunday (PMJO & M.Giammarco - PDM Records, 2011),
Alla Casa Del Jazz (L’Espresso, maggio 2007),
Electric Miles Directions (feat. Mike Stern - PDM Records, 2007)

Con MEGATONES:
Mega Meets Microtones (con D.Fiuczynski - Brave Art/Sony, 2005),
Punkromatic (Brave Art/Sony. 2002),

Con LINGOMANIA:
Camminando (Gala, 1989)
Grr…Expanders (Gala, 1987)
Riverberi (Gala, 1985)

Come SIDEMAN:
Love Ballads (Red Rec. 1999),
Song Tong (P.Damiani Ens. feat. Kenny Wheeler, Splash, 1995),
2nd Passage (V.Veneto, 1989),
Soft Journey (Chet Baker meets Enrico Pieranunzi - 1980, IDA).